Cosa sono i fantasmi

di Marina Commenta

Si parla spessissimo di fantasmi, apparizioni e cose di questo genere, magari tutti sappiamo già a grandi linee di cosa si tratta, ma è un argomento così affascinante che personalmente non smetterei mai nè di parlarne, nè di cercare informazioni per saperne di più.

Mi piacerebbe anche parlarvi dei fantasmi in relazione a tutte le maggiori religioni del mondo per paragonarle e vedere cosa credono, voi che ne dite? Ad ogni modo introduciamo l’argomento!

Prima di tutto cos’è un fantasma? è l’anima di un corpo, l’individuo che lo abitava. In genere dopo la morte lo spirito lascia il corpo e se ne va, dove lo vedremo poi. A causa di una morte violenta, come ad esempio un suicidio, un omicidio o un incidnete, uno spirito può rimanere bloccato tra la morte e la sua altra destinazione.

Molti fenomeni accompagnano i fantasmi, come ad esempio rumori e strani movimenti di oggetti. Questo si chiama poltergeist e di solito spaventa moltissimo. Diventa un’ossessione se si vede e rivede molte volte la stessa scena per mesi o addirittura anni. In genere questa scena riprodotta è il momento in cui il corpo muore e lo spirito esce da esso.

Per quanto riguarda i fantasmi, e possiamo anche chiamarli spiriti o anime, per quanto raccontano i ricercatori di queste entità non sono cattivi, anzi la maggior parte delle volte sono buffi, simpatici e giocherelloni, ma l’anima di un deliquente potrebbe essere un fantasma cattivo.

Casa infestata? Non è difficile scorpirlo secondo gli esperti e i cacciatori di fantasmi. Udite rumori strani e inspiegabili? Pentole e sportelli che sbattono? Avete la sensazione di essere spiati? Potrebbe non essere una persona vera e propria, cioè in carne ed ossa.

Anche profumi improvvisi e inspiegabili possono essere sintomo di un fantasma che gira per la vostra casa. In America ci sono i famosi Ghostbusters, magari non proprio come quelli dei film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>